mercoledì 11 luglio 2012

Alla scoperta della Fontina DOP, prodotto della Val d'Aosta

Stretta tra alte montagna boscose, selvatica, appartata, antica sono gli aggettivi appropriati a descrivere la Valpelline, una delle valli trasversali della Valle d’Aosta, tra le più belle delle Alpi, che corre verso la Svizzera seguendo il corso del fiume Buthier come un ramo nord-orientale della valle centrale, proprio a nord-est di Aosta. La Valpelline è un luogo per chi la montagna la ama e vuole viverla a fondo, per appassionati e sportivi. Impervia ed incontaminata, tranquilla e silenziosa, lontana dal turismo di massa, poco abitata nei suoi villaggi legati a tradizioni antiche.
In questa valle si trova il Centro Visitatori della Cooperativa Fontina DOP, un vero e proprio museo della Fontina, che ne illustra la storia e la produzione per far conoscere meglio le particolarità che rendono questo formaggio DOP così unico. Articolato su due piani, ospita un‘area espositiva suddivisa in tre sezioni : “La storia“, “L‘Ambiente” e “La lavorazione“, oltre ad un piccolo spazio dedicato all‘artigianato valdostano.
Nella sala proiezioni è possibile assistere ad un filmato, disponibile in lingua italiana, francese, inglese e tedesca, che dettaglia tutte le fasi della produzione della Fontina.
Sono presenti anche una postazione multimediale ed un punto vendita dove si possono acquistare Fontina, burro e fonduta. E' possibile prenotare visite guidate anche nei magazzini di stagionatura delle forme di fontina scavati nella roccia, uno dei quali ricavato all‘interno di un'antica miniera di rame. Le forme di fontina, secondo il rigido disciplinare,sono prodotte con latte crudo di vacca proveniente da un'unica mungitura, lavorato entro 2 ore e  stagionano minimo 100 giorni. Ogni settimana le forme, allineate su assi di abete rosso, vengono spazzolate con acqua e sale. Info: http://www.fontinacoop/

Fabrizio Del Bimbo

Nessun commento:

Posta un commento